di suor Valeria, Cuneo

"La vita Consacrata nella Chiesa post-covid", riflessioni di una giornataIn tante ci siamo trovate per una giornata di formazione, promossa dalla Federazione, che ci ha coinvolte nella riflessione sul tema: “La Vita Consacrata nella Chiesa post-Covid”.

Giornata particolare, con tanto di mascherine, di distanza, ma tutte unite dal carisma di comunione e gioiosamente accolte dalle sorelle dell’Istituto.
“Non ciò che capita, ma come reagisci a ciò che capita, costruisce la tua vita”.
Madre Petra Urietti, mons. Derio Olivero e alcune esperienze ci hanno aiutate a riflettere sull’oggi, su ciò che ogni persona vive in questo tempo di pandemia e, quindi, sul bisogno di fiducia e di speranza.
La pandemia ci ha fatto provare il senso dell’imponderabile, dell’incertezza, ci ha resi tutti vulnerabili. Ogni giorno dobbiamo fare i conti con i limiti. Ci siamo sentiti precari... allora come essere fiduciosi? Come ritornare alla speranza di un futuro certo? La pandemia infatti ha fatto emergere con più forza il grande bisogno di fiducia, di relazione, di gratuità. Tutti abbiamo sperimentato come le relazioni siano importanti! Così, abbiamo visto delle persone che si sono esposte anche a rischi per dare gratuitamente! Sì, infatti, è il dono gratuito che fa girare il mondo, e non solo lo scambio.
Il cristiano è portatore di fiducia. La vita è affidabile perché c’è Uno che la rende possibile. La vita consacrata dice appunto la pazzia della gratuità: dare il meglio, senza chiedere nulla in cambio. Annunciare Gesù Risorto, è guardare attorno a noi con curiosità, creatività, passione perché ogni incontro, ogni fatto deve diventare un evento, sapendo che egli è presente, è all’opera lì dove la gente vive e lavora.
Allora noi, come Suore di san Giuseppe, siamo chiamate a mettere insieme due aspetti: annuncio della Parola e servizio di carità. Così che le persone che incontriamo, il “caro prossimo”, riceva un pane completo fatto di spirito e carne, perché il mondo del Covid e del post-Covid sarà sempre più affamato di comunione: comunione fraterna e comunione eucaristica.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Scroll Up