di Silvia Micioni

Lettera di Giuseppe a MariaEcco. Io ero scosso, forse lo sono tutt'ora e sì, l'ho pensato. Volevo ripudiarti! Certo, in segreto... perché si sa, sbagliare è umano e non spetta me giudicare! Ma non è stato affatto semplice e lo sai...

E poi ho pensato cosa se ne fa di uno come me!?
Invece era proprio me che volevi, me che volevate...
Pensavo finalmente di aver trovato una donna che fosse lì per me!
Per sostenermi, aiutarmi, accompagnarmi... e invece... Cosa mi ritrovo?!?
Una donna da accudire, custodire ...
E in più, come se non bastasse... mi si richiede di viaggiare in qua e in là, di evitare di parlare e soprattutto...di crescere un figlio… per giunta... non mio!!!
Che affare ragazzi!
Ti lascio immaginare i commenti alle mie spalle!... La mia famiglia, i miei amici, i miei clienti... non ti dico!
No, no... non sono stati i commenti la cosa peggiore.
È stata la paura che ho provato.
Ho sentito tutta la mia inadeguatezza quando ho saputo a cosa sarei andato incontro.
Ho visto la sproporzione tra me e questo compito. Eh sì, quando si fanno le cose sul serio ci si sente piccoli, inadeguati, non all'altezza.
Ma poi ho pensato ... cosa sarà mai il mio sì, in confronto al tuo?
E allora mi sono fidato.
Camminerò con lei, crescerò, cresceremo, cambieremo e l'amore ci plasmerà.
Ah, sì sarò pure silenzioso, ma oggi tutte le poche parole che ho le voglio usare! Anzi... dato che, la sintesi mi appartiene, ne userò una sola.
Grazie.
Grazie perché mi hai permesso di starti accanto.
Solo così ho potuto vivere l'enorme mistero dell'amore.
Ho visto nel tuo sguardo quella scintilla di infinito che mi ha trascinato oltre, che mi ha permesso di sceglierti e scegliere Lui ogni giorno.
Grazie a te ho sentito "se vuoi, ce la fai...con  Lui".
E Lui era lì, con noi. In mezzo a noi, per noi.
Allora ho voluto.
Sono stato fedele a questa vita, anche se ciò ha costato fatica: molta.
C'è voluta forza per scegliervi e tenerezza per amarvi.
Ma nella scelta quotidiana dell'amore e nei tuoi occhi sono rimasto sempre attonito, in silenzio, a contemplare l'assoluto.
Scegliere e amare.
Scegliere di amare.
Basta questo per riempire una vita intera di senso e di gioia.
È questo che auguro ad ogni uomo e ad ogni donna.
È questo ciò che Lui desidera per noi.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Scroll Up