di Silvia Micioni

GRAZIE ALLE SUORE GIUSEPPINEGrazie per la presenza costante e discreta.
Grazie per l’ospitalità.
Grazie per l’amicizia, le parole, gli abbracci.
Grazie per le risate: semplici, umane, genuine.

Grazie per tutte le lacrime asciugate.
Grazie per i dialoghi intensi e profondi.
Grazie per il vostro carisma: fuoco vivo e acceso.
Grazie per esservi spinte fino agli “estremi confini” della terra.
Grazie per la vita che trasmettete attraverso il vostro agire concreto.
Grazie per la fede che passa attraverso la continua preghiera.
Grazie per tutto ciò che fate, perché è a servizio del Bene e del Bello.
Grazie per la vostra dedizione e per il vostro stupore.
Grazie per la capacità di accogliere tutte le “croci” e le situazioni dolorose, come una nuova contemplazione del volto di Gesù: vivo, Vero, Luce misteriosa eppure sicura.
Un grazie comune e un grazie personale. Un grazie dovuto, uno sentito e uno immenso con il cuore.
Oggi, nel giorno della festa di san Giuseppe, non posso che ringraziare.
Non posso non ringraziare coloro che si sono ispirate a questo uomo giusto, umile, buono per portare avanti la loro missione.
Grazie alle suore Giuseppine che, come san Giuseppe, hanno capito che la Sua volontà è il nostro bene più grande, è l’amore più assoluto! Non resisterle, ma accoglierla e viverla fino in fondo, è la sfida più avvincente del nostro santo viaggio…

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Scroll Up