di Giovanni Dutto

È urgente opporre alle brutte notizie l’annuncio di quanto di buono scopriamo nella storia e nell’esperienza quotidiana. Solo donando agli altri la propria esperienza del bello...

si illuminano di bellezza le relazioni e la nostra stessa vita. Questa è la piacevolissima grandezza della professione dell’insegnante: quando si sente con umiltà investito della “missio” di mandato ad e-ducare. Allora non sono solo nozioni trasmesse.
Sono atteggiamenti, gesti, sguardi che dicono cura dell’altro. È proprio dell’insegnante verso gli allievi e tanto più dei genitori verso i figli, ma anche di ogni persona che crede in un mondo migliore possibile. Cerchiamo di scoprire nelle pieghe della giornata la presenza della Provvidenza. Sarà una gioiosa fatica compensata dalla felice scoperta di quanto stiamo a cuore al Padre.
Il nostro vivere avrà la fermezza, ma anche il sorriso e la tenerezza di Dio, perché diventeremo capaci di trasporre la Sua bene-volenza nel nostro cercare e valorizzare il bene in chi incontriamo.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Scroll Up