di Giovanni Dutto

Non è mai successo nella storia che, quotidianamente, si macinino tante notizie negative, a tal punto che la diffidenza e la paura condizionano i rapporti. Il verbo macinare mi suggerisce...

l’idea di un movimento continuo che tutto stritola senza lasciarsi intaccare. Se è vero che l’uomo è ciò che legge, vede e ascolta allora noi tutti rischiamo di essere ben grigi. Papa Francesco ricorda però che si può scegliere se macinare grano o zizzania. Occorre far circolare, magari solo con il passa parola, il buon grano così da almeno controbilanciare la zizzania.
Anche il male può essere ascoltato e commentato con occhiali di giustizia e misericordia che lascino spazi a incontri costruttivi. Gesù non misconosce il peccato dell’adultera, ma “va e non ….”; non nasconde il tradimento di Pietro, ma lo guarda, Pietro piange amaramente e poi …. . “Voi siete la luce del mondo, non può….”.
Dunque con coraggio, sostenendoci a vicenda, diventiamo punti luminosi che brillano di luce diversa dalle tante luci del nostro tempo.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Scroll Up