di Silvia Micioni

Mi è capitato qualche mese fa di entrare in una chiesa di Fossano e trovare un bigliettino con le seguenti parole bibliche “Va’ e abbine cura”. Lo conservo ancora sopra la scrivania,...

casualmente accanto a una foto di miei ex alunni. Ho fatto di quella frase una mia ‘preghiera quotidiana’. Infatti mi capita spesso di ripeterla pensando che chiunque la mattina si svegli, in qualsiasi posto sia diretto e qualsiasi cosa faccia nella vita, debba partire con fiducia verso la giornata, con la voglia di prendersi cura di tutte le cose con cui verrà a contatto, di tutte le esperienze che farà e delle persone che incontrerà.
Perché in fin dei conti, se si è in grado di crederci, ogni cosa può rivelarsi fondamentale anche quando non sembra esserlo, così come ogni persona può diventare ‘grande’ se amata, rispettata, presa a cuore!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Scroll Up