di suor Graziella Zocchi

Sto frequentando saltuariamente momenti di incontro della comunità cristiano-islamica di Cuneo. Sono momenti vissuti all’insegna della più grande semplicità,

dove ci si esprime, ci si confronta nel reciproco rispetto e in libertà, nella sincera ricerca dei valori fondanti delle due fedi, per poterli, ognuno, incarnare al meglio nella propria vita, personale, sociale, politica.
Domenica, 26 marzo, si è svolto a Torino il Convegno Nazionale PSM intitolato: Rinnovamento Etica e Spiritualità. Ho conosciuto il desiderio di rinnovamento presente anche nella loro realtà; mi ha colpito il loro forte senso di appartenenza e la volontà di partecipazione alla vita del nostro paese, l’importanza che ha la spiritualità nella loro religione.
Dopo ogni incontro mi dico sempre che, se riuscissimo a guardarci negli occhi, a cercare di conoscerci direttamente, a livello di umanità profonda, a dialogare senza pregiudizi né difese, potremmo costruire, ognuno nel suo piccolo, un mondo migliore.
La modesta, silenziosa ma importante esperienza di Cuneo è già un segno.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Il fatto in Controluce

Il fatto in Controluce

Il fatto in Controluce

Il fatto in Controluce

Il fatto in Controluce

Il fatto in Controluce

Scroll Up