di Angelo Fracchia

Facciamo festaAmmettiamolo, la parabola del "figliol prodigo" piace a tutti noi. E a tutti noi dà un po' fastidio la sua fine. Che bello pensare a un Dio così generoso da dare al figlio "balordo" la sua parte di eredità,...

e insieme così affezionato da aspettare sulla torre, scrutando da lontano il ritorno del figlio che, peraltro, è rinsavito solo perché affamato, e poi pronto a far festa senza neanche lasciare che questo scavezzacollo finisse il suo discorso di scuse così ben congeniato (e magari così falso...): "Non importa, non dire niente, soltanto vieni perché facciamo festa". Se la parabola finisse qui, ci sembrerebbe perfetta.
Solo che poi il padre sembra dimenticarsi dell'altro figlio, che infatti si offende. E tanti di noi pensiamo che, in effetti, in fondo ha proprio ragione. E ci ripetiamo che è così che vanno le cose: bisogna essere irrispettosi e disgraziati per vedersi anche riconoscere qualcosa... gli altri, quelli che fanno sempre il loro dovere (ossia, pensiamo: noi), non ci si accorge neanche che esistano.
Ma il cuore della parabola è lì, e per noi "perfettini" il padre è soprattutto quello che scappa dal banchetto di festa, che ci esce incontro, fuori, e ci dice: «Ma scusa, perché ti senti uno stipendiato? Perché pensi di dover lavorare per me e non ti accorgi che questa è casa tua, che quello che è mio è anche tuo? Perché immagini di dover dare qualcosa a me, quando invece lo fai per te? E poi, perché non dovresti far festa anche tu per un tuo fratello che è tornato a vivere? Vivi leggero, sentiti a casa, vivi questa vita che ti ho donato, e rallegrati con tutti coloro che trovano la propria strada, anche se a fatica. Se tu l'hai trovata prima e meglio, non ci hai guadagnato?
A meno che tu viva con me come se fossi uno schiavo. E allora ti dico: non sei uno schiavo, sei mio figlio, tutto questo è per te. E per tuo fratello. Facciamo festa insieme».
IV Domenica di Quaresima C Leggi il Vangelo secondo Luca 15,1-3.11-32

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter
Scroll Up