di suor Irene Botasso

190 anni di Fondazione a Cuneo: "le Giuseppine"“Fin dal 1829 il can. Giovanni Manassero, Priore della Cattedrale di Cuneo, desiderava erigere un ‘Ritiro’ di Figlie della Carità, oppure Rosine, ma non avendo potuto effettuare il suo desiderio...

per alcuni inconvenienti, sempre premuroso di eseguire la sua intenzione nel modo possibile, col consenso del Vescovo Mons. Amedeo Bruno di Samone, sostituì al ‘Ritiro’ delle Rosine la Congregazione delle Suore di S. Giuseppe”.
Così iniziano le “Memorie Prime”, sintetico e vivace manoscritto delle cose successe all’inizio della Congregazione delle Suore di S. Giuseppe di Cuneo, steso per incombenza del Vescovo, da suor Geltrude Dutto, seconda Superiora generale della Congregazione, dopo Madre Stecchini.
In questo importante documento di archivio, tra le notizie essenziali, troviamo che, per dare origine alla nuova Congregazione, il canonico Manassero, avendo ottenuto il “reale gradimento” da Sua Maestà Carlo Alberto (come da Lettera della Segreteria di Stato 13 agosto 1831) fece adattare una parte della sua Casa Canonica e vi riunì le ‘Figlie’ già preparate: Marianna Stecchini, Clara Cavallo, Anna Serale, Domenica Fruva e Maddalena Viale, tutte originarie del Cuneese.
Il 10 ottobre 1831, il Canonico Manassero con l’autorizzazione del Vescovo, diede loro il ‘Santo Abito’, benedetto nella propria Casa, davanti al piccolo altarino dell’Oratorio e assegnò a ciascuna il nome ‘religioso’ con il servizio da rendere nella nascente Congregazione. La Stecchini divenne suor San Giuseppe e fu eletta Madre Superiora, suor San Giovanni Cavallo fu nominata Vice Superiora, suor Crocifissa Serale Maestra della Novizie, suor Teresa Fruva portinaia e suor San Paolo Viale economa. >>Continua a leggere190 anni di Fondazione a Cuneo

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Scroll Up