di suor Graziella Zocchi

giovani e adolescentiPossono essere ovunque. Noi abbiamo raccolto qualche notizia di giovani in Congo e giovani in Argentina. Le abbiamo avute dalle nostre sorelle che lavorano in questi Paesi.

I giovani sono in difficoltà ovunque e, ovunque, vedono violati loro i fondamentali diritti ma, in alcuni Paesi, si riscontrano situazioni paradossali.
Guardando in particolare all’Argentina, su cinque milioni e mezzo di adolescenti mezzo milione non frequenta la scuola. E la metà di coloro che si iscrivono non finiscono, a causa di gravidanze precoci e precoci ingressi nel mondo del lavoro o sovraccarico di cure domestiche a loro affidate.
In Congo i bambini non scolarizzati sono 3,5 milioni, cioè il 26%.
Nonostante la legge preveda l’insegnamento obbligatorio e gratuito, per molti ragazzi il livello precario di vita sociale e la povertà accentuata non permettono alla famiglia di mandarli a scuola.
La maggior parte dei ragazzi, in Congo, come in Argentina, finiscono delinquenti; organizzano estorsioni, aggressioni notturne, rubano; e le ragazze si trovano gravide per mancanza di altre occupazioni. Terribile.
Che ne sarà di loro? Che ne sarà di noi? Di questo nostro mondo? La certezza è che anche questo nostro mondo è già stato salvato, ma la soluzione dei problemi è nelle nostre mani.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Scroll Up