di suor Brigitte Tau

SScuola, Centro per disabiliDal 18 dicembre 2020 gli alunni e gli studenti della RDC sono stati costretti a interrompere le lezioni. Certamente la decisione, caduta come una mazza sul legno, aveva davvero preoccupato...

i nostri ragazzi (bianco-azzurri, come la divisa di tutti gli alunni del Congo) e tutti gli altri. Questa decisione è stata presa dopo un incontro di emergenza tra il comitato multisettoriale per la lotta al covid-19 e la presidenza della repubblica, visto l'alto tasso di contaminazione da pandemia.
Poi, finalmente, dopo due mesi e quattro giorni, dal 18 dicembre 2020 al 20 febbraio 2021, i ministri di vigilanza hanno ritirato l'ordine di presidenza. Così, dopo gli incontri con la commissione multisettoriale, hanno decretato la riapertura delle scuole e delle università di tutto il territorio nazionale.
Alla decisione di riaprire le scuole, dopo un lungo periodo di vacanza, gli alunni non hanno risposto favorevolmente. La ripresa delle lezioni è stata timida. Anche noi del centro per disabili, “Village Bondeko Mawete”, abbiamo riaperto nella stessa data. Nella prima settimana il rientro a scuola è stato scarso, mentre nella seconda la frequenza è stata efficiente. I ragazzi sono venuti in grande numero ed erano molto felici di rivedere la scuola.
Ogni giorno, il programma è stato sempre rispettato. Le lezioni iniziano alle 7.30 e l'uscita è alle 12.00. Abbiamo agito in conformità ai decreti, con il rispetto rigoroso delle misure di contenimento. Indossare le mascherine, lavarsi le mani, usare gel idroalcolici, etc... Le norme sono ben osservate dagli alunni, dal personale e da qualsiasi altro visitatore. La scuola ha messo a disposizione dei bambini e del personale un lavamani per evitare l’assembramento della coda a favore della contaminazione.
Per quanto riguarda l’istruzione, la capacità di apprendimento è diminuita molto a causa di questo lungo periodo di segregazione e l’interruzione premature delle lezioni. Manca l’allenamento. Ci sforziamo di alzare il livello intellettuale attraverso diverse tecniche apposite, quali: lezioni accelerate, lezioni standard, compiti a casa ed esercizi. Ci auguriamo così di ricuperare il tempo perduto a causa della pandemia.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Dalle Missioni

Scroll Up