Di suor Bernardette Nkoy e suor Emérance Mafundu

Suor Bernardette e suor EméranceSiamo arrivate in Italia il 18 marzo per un’esperienza formativa. Fin dal nostro arrivo ci siamo sentite subito a nostro agio, perché l’accoglienza delle sorelle della casa Madre e, in seguito,...

dell’infermeria come quella delle varie comunità che abbiamo visitato, ci ha profondamente segnate. Era per noi la prima volta che venivamo in Italia e, di conseguenza, vedere le nostre sorelle anziane, di cui abbiamo spesso sentito parlare e per le quali abbiamo sempre pregato, senza averle ancora conosciute. Potete immaginare la nostra gioia e la nostra meraviglia.
L’esperienza fatta è stata molto ricca e significativa per noi, soprattutto in un momento decisivo per la nostra formazione e per la nostra vita, prima di impegnarci definitivamente nella famiglia religiosa che ci accoglie.
Abbiamo visitato i luoghi delle origini della Congregazione delle Suore di san Giuseppe qui a Cuneo e un pellegrinaggio ci ha portate sui passi di padre Médaille e delle nostre prime suore, da Carcassonne a Lyon. Tutto ci ha profondamente toccate.
Ora, abbiamo maggiore chiarezza sulla storia della nostra Congregazione e non la conserveremo solo per noi, ma la comunicheremo alle nostre consorelle, e anche ai laici con i quali saremo in contatto.
Attraverso le informazioni ricevute, le visite alle diverse comunità e altri luoghi importanti, abbiamo fatto molte scoperte.
Ci teniamo a dire un grande grazie alle nostre sorelle, per le testimonianze di vita che ci hanno colpite, per la loro sollecitudine, attenzione, disponibilità e generosità nei nostri confronti. Questa esperienza resterà impressa per sempre nel nostro cuore e noi cercheremo d’imitare il loro esempio.
Saremo sempre riconoscenti per i momenti felici passati con voi in Italia. 

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Dalle Missioni

Scroll Up