di Barbara Manferdini

«Vorrei che questo messaggio potesse raggiungere tutti coloro che ogni giorno “macinano” tante informazioni per offrire un pane fragrante e buono a coloro che si alimentano dei frutti...

della loro comunicazione». È una frase che mi è rimasta impressa, leggendo il messaggio di Papa Francesco sulla 51ma giornata mondiale delle comunicazioni sociali. Quel macinare (nella mia mente prima che miei occhi incontrassero “pane fragrante”) ha avuto un suono particolare… L'ho visto come se nel paragrafo si parlasse di un produttore industriale che raccoglie risorse, le “macina” e poi mette fuori prodotti di dubbia qualità perché fatti macinando tempo senza soffermarsi il necessario sui dettagli.
E capisco che quella parola mi risuona così tanto perché quell'industria sono io, una mamma che macina vita spesso senza fermarsi sui dettagli. Produco sicuramente andando in profondità, senza superficialità… ma perdendo la cura delle piccole cose che fanno però la differenza.
Questa riflessione nata per un pezzo di qualche riga spero aiuti a ricordarmi che a volte, nell'uscire di casa di fretta, un bacio cambia il saluto, oppure che prendersi cura di sé può anche essere farsi un the nelle tazze, che vivono impolverate nell'armadio.
Ogni giorno, ogni istante può rendere speciale quello che facciamo, semplicemente… ma così alimentare serenità e pace interiore a noi stessi e in famiglia.
E macinare la vita con gioia diventa un modo per produrre una farina speciale per sfamare d'amore.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Essere Famiglia

 Ti auguro
un'oasi di pace

La strada
vi venga sempre dinanzi

e il vento vi soffi alle spalle
e la rugiada
bagni sempre l'erba

cui poggiate i passi.
E il sorriso brilli sempre
sul vostro volto.
E il pianto che spunta
sui vostri occhi
sia solo pianto di felicità.
E qualora dovesse trattarsi
di lacrime di amarezza
e di dolore,

ci sia sempre qualcuno
pronto ad asciugarvele.
Il sole entri a brillare
prepotentemente
nella vostra casa,

a portare tanta luce,
tanta speranza e tanto calore.

Don Tonino Bello

Mappa del Sito

ARCHIVIO

Scroll Up