di suor Anna Vacchetta

«Nella vita non conta da dove si viene e dove si va, ma quanto sei felice mentre cammini». Questa frase ha fatto da sottofondo al tema trattato dall'Assistente Sociale, Costanza Lerda,...

con le ospiti della Casa della Giovane: "La donna e il lavoro in culture diverse".
Questi i punti salienti:

  • la permanenza alla Casa della Giovane: comunità multietnica con ospiti di 10 nazionalità diverse, che precorre i tempi e ci dice che convivere si può;
  • l’Organizzazione cattolica che accoglie giovani di ogni religione, classe sociale e nazionalità;
  • il periodo, per ognuna, di passaggio verso la costruzione del proprio futuro, da vivere ben ancorate nel presente;
  • la riflessione circa il problema di avere un lavoro oggi, sempre più spostato in avanti, più difficile di un tempo… Un fatto che richiede di imparare a vivere nel provvisorio, quindi di trovare energie nuove;
  • quale, il ruolo della donna oggi, nelle varie realtà di provenienza, così diverse;
  • la necessità di conoscere la realtà culturale italiana ai fini dell’inserimento;
  • l’essere di nazionalità diverse, ma con pari dignità.

Sono tematiche salienti e aspetti da valutare seriamente per arrivare a costruire il futuro nella serenità quotidiana, affrontando gli ostacoli in modo da superarli. «Essere felice mentre cammino...», appunto.
È sempre difficile “esporsi e confrontarsi”, ma vale la pena. Occorre provare e riprovare a comunicare qualcosa di sé e ad accogliere l’altro. È l’arricchimento che avviene nell’ascolto reciproco attento.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Casa della Giovane

Non camminare davanti a me,
potrei non seguirti;
non camminare dietro di me,
non saprei dove condurti;
cammina al mio fianco
e saremo sempre amici.

Mappa del Sito

ARCHIVIO

Scroll Up