di Costanza Lerda

La pazienza“Abbiate pazienza di camminare a passettini finché non abbiate gambe per correre, o piuttosto ali per volare”. Parla della pazienza san Francesco di Sales, in più di una riflessione.

Ci dice ancora qualcosa? Vogliamo fare tutto, in fretta, perché abbiamo poco tempo. O perché pretendiamo esageratamente da noi. Tutto dovrebbe essere adeguato, commisurato alla nostra esperienza di donne e uomini, alla nostra età anagrafica e mentale e al desiderio, consapevolezza, che “arrivati” non saremo mai. Si tratta di allenamento, ma esercizio lento e senza fretta di risultati, convinti che risultati ne avremo, comunque, forse non quelli che aspettavamo.
Questo mi suggerisce la prima parte della citazione.
Mi induce a credere, pensare, sperare che potrei arrivare ad avere gambe per correre! Forse ho già corso qualche volta e l’esperienza è venuta bene. Sono arrivata al traguardo soddisfatta, non ultima, senza cadere, affaticata, ma felice! Ma “le ali per volare”, fisicamente, non le avrò mai, almeno nella realtà e nemmeno le vedrò agli altri.
L’indicazione di Francesco di Sales va oltre, lascia intendere che sarebbe addirittura meglio.
Sappiamo così che chiunque di noi può mirare ancora più in alto. Con l’esercizio, con la paziente attesa, in direzione contraria al nostro tempo affannato di cose, che sembra sempre troppo poco o troppo breve. Perché le ali per volare ce le possiamo proprio garantire raggiungendo un equilibrio tra desiderio e completezza, tra aspettative e umanità, tra realtà e visione, pazienti.
E forse tutta la vita non è sufficiente!

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter
Scroll Up