di Francesca

ScegliereCosa crea in me il momento di una scelta?
Fa tornare a galla paure e insicurezze, domande, speranze. Costringe a fermarmi, a fermare davvero lo sguardo su ciò che sono,...

su dove voglio andare e su cosa sto cercando. Mi domanda in che modo scelgo: seguendo la paura o come un pellegrino consapevole?
La cosa che più mi affascina del momento di una scelta è la sua capacità di farmi riscoprire ogni volta il dono delle persone che mi stanno accanto. Richiama in me una scelta piena di fiducia, di affidamento e di confronto.
Richiama il mio essere fragile senza le relazioni con gli altri.
È come un promemoria che mi ricorda quanta bellezza è attorno a me e che qualche volta fatico a riconoscere.
È come un vento leggero che mi aiuta a ritrovare uno sguardo più consapevole, più coraggioso e più ampio.
È come un'energia che mi spinge ad afferrare la palla mentre è in volo e non quando è già caduta.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter
Scroll Up