di Sara

ScegliereMi sono seduta davanti a un grande bivio nella mia vita. Proprio lì dove il sentiero presentava una deviazione. Non c’era alcun cartello che indicasse la difficoltà e il tempo che...

avrei impiegato a percorrerlo. Neppure le sorgenti d’acqua erano segnate. Niente di niente. Stava solo a me decidere quale scegliere. Ma ho avuto paura. Ho preferito sedermi sulla pietra che stava esattamente in mezzo al bivio, sperando di trovare una risposta e un aiuto per scegliere … Invece nulla.
Quante persone mi sono passate davanti, senza notarmi. Tutti passavano e, con poca fatica, sceglievano il loro percorso. Io invece sempre lì, ferma ad aspettare … Solo un signore un giorno è arrivato e, in silenzio, mi ha presa per mano “obbligandomi” ad alzarmi. Mi sono trovata così a guardare faccia a faccia il mio bivio e ad attraversare fino in fondo il dolore che mi stava bloccando le gambe. Mi sono resa conto che davanti a me avevo moltissime possibilità di bellezza per il futuro, le apprezzavo sì ma, in realtà, non facevo molto per viverle, solo le assorbivo.
Avevo bisogno di fare un passo oltre per proseguire. Invece ero sempre ferma. Più aspettavo, più il mio cuore iniziava a bruciare, a marcire, a confondersi e impolverarsi … Avrei preferito lasciarmi impacchettare il futuro. Era così facile quando gli altri decidevano per me. Ma ora ero proprio stufa di rinunciare alle mie capacità. Avevo voglia di mettermi in gioco e provare anch’io, per una volta. Perciò, mi sono decisa di rischiare e scegliere, anche a costo di sbagliare …
Voglio dare un taglio netto alla mia vita, una svolta, una promessa di bellezza e serenità al mio futuro.
Tuttavia ho capito che non riesco a portarmi da sola tutto il peso della vita. Così mi sono rivolta al mio silenzioso compagno di cammino affidandogli una parte del mio zaino. Lui con un semplice sorriso mi ha risposto: “Ricordati non sei un eroe, da sola vai poco lontano. Prenditi ancora un po’ di tempo per conoscerti meglio per poi fare il grande passo …”.
Penso di aver fatto un pieno di misericordia verso gli altri, ma soprattutto verso me stessa. Ora, anche se con paura, mi sento pronta a scegliere. Il rischio di sbagliare è alto, ma sono convinta che le storture e gli errori possono diventare grandi rivelazioni, trampolini di lancio per le prossime avventure.
In silenzio, mi sono semplicemente girata verso il mio compagno di viaggio e, con un abbraccio, gli ho sussurrato “ti voglio bene”. Grazie, perché ogni tanto le lunghe attese davanti ai bivi ti fanno innamorare ancora più della vita. Ora mi tocca solamente di fare il primo passo per imbroccare il sentiero scelto.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

News giovani

  

GIOVANI e GIOVANISSIMI 
Sabato 23 marzo
"Una vita in verde"
+INFO
-------------------------------------
QUARESIMA

Pause di RITIRO SPIRITUALE
Sabato 9 marzo:
h. 9.30-12.00
Mercoledì 27 marzo:
h. 15.00-18.00
Sabato 6 aprile:
h. 15.00-18.00
+INFO
-------------------------------------
Per RAGAZZI-ADOLESCENTI-TUTTI...
Ogni venerdì mattino:
dalle
h. 7.35 alle h. 7.45
"Messaggio del Vangelo"
Dove? Come? +INFO

Presso "La Sorgente" - Cuneo    
 

Mappa del Sito

ARCHIVIO

Scroll Up