di Chiara

Mi sono posta un quesito: “Ma io, come le barche, sono capace a rialzarmi e prendere la mia strada?". L'interrogativo è nato dopo la giornata di Ritiro al mare, grazie alla preghiera di suor Maria Rosa e...

alle parole di don Marco Giordi. In un giorno di pioggia, come le piccole barchette che si sono scagliate contro i sassi entrando in porto, anche noi possiamo andare giù di morale ed arenarci. Ma dobbiamo ricordarci che c'è, e ci sarà, sempre quella gioia più grande dentro ognuno, che non cancella la sofferenza ma ci stimola a scoprire, sempre di più, qualcosa di nuovo. Ed è proprio quella gioia da ritrovare, con bravura, ogni volta che ci areniamo nel porto, anche segnati da alcuni graffi o ferite, ma coscienti che possono sempre guarire.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter
Scroll Up