di Eleonora Numico

È una domanda che prima o poi si insinua nella mente di tutti. La risposta di solito è un elenco, più o meno lungo, di cose che ci mancano.

“Cosa ti manca per essere felice?”, è il titolo del primo libro di Simona Atzori, una ballerina e una pittrice di fama internazionale. A lei mancano le braccia: è un dettaglio non da poco, che si nota a prima vista, ma solo ascoltandola parlare si capisce che in realtà a lei non manca nulla per essere felice.
La sua testimonianza, martedì 21 marzo al teatro Toselli, si è aperta con venti minuti di danza, l’ultimo brano su cui ha ballato è stato il Magnificat.
Subito dopo Simona ci ha raccontato che glorificare il Signore è quello che lei fa tutti i giorni con la sua vita. Ha parlato quasi due ore ripetendo incessantemente che Dio con lei non si è sbagliato, non ha semplicemente dimenticato di disegnare le sue braccia, l’ha voluta esattamente così com’è. Questa consapevolezza le ha permesso di vivere quello che potrebbe sembrare un limite come un’occasione: i suoi piedi sono diventati anche delle mani e fanno cose che nessuno riuscirebbe a immaginare. Gesticola, tiene il microfono, sfoglia le pagine del suo libro, si mette a posto i capelli con quei piedi che ha saputo trasformare in mani. Tutto questo, ha spiegato Simona, è stato possibile soprattutto grazie ai suoi genitori, all’amore con cui l’hanno cresciuta e al coraggio con cui l’hanno sempre spinta a sognare.
«Le sue braccia sono rimaste in cielo, e nessuno ne ha fatto una tragedia», ha scritto di lei il giornalista, Candido Cannavò. Ed è questa la sensazione che si percepisce vedendo e ascoltando Simona: non una persona segnata dalla sua disabilità, ma una donna felice e soddisfatta che ha saputo abitare i suoi limiti, anziché superarli.
Quella sera, con semplicità e naturalezza, ha mostrato, davanti a più di cinquecento persone, la sua quotidianità fatta di ostacoli ma anche di successi: l’esperienza di chi, nonostante le difficoltà, ama la vita e la vive senza mai tirarsi indietro.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter


Scroll Up