di Eleonora e Miriam

Quanto tempo impieghiamo, ogni giorno, a connetterci con il “mondo virtuale”, cercando il primo Wi-fi libero all’università,...

in biblioteca, in vacanza, con gli amici… oppure attivando l’offerta migliore in termini di Giga e di velocità?
Quanto tempo invece dedichiamo a connetterci con Chi veramente ci può aiutare a vivere nel “mondo reale”?
Quante volte siamo come Marta e quante come Maria?
Troppo spesso ci preoccupiamo delle mille cose da fare, ci affanniamo per mantenere tutti gli impegni presi… ma non siamo capaci di fermarci un attimo a rispondere a Gesù, che è sempre pronto a sintonizzarsi con noi!
Maria aveva capito tutto e “ha scelto la parte buona”: si è seduta ai piedi di Gesù ad ascoltare la sua Parola, che è sorgente di vita!
Sabato 18 febbraio in occasione del “Sole a Mezzanotte” ci siamo fermati a riflettere proprio su questo tema, con l’aiuto di don Giordy e di papa Francesco, che a Cracovia aveva detto: «Installate bene la connessione più stabile, quella di un cuore che vede e trasmette il bene senza stancarsi!».

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter
Scroll Up