di Federica e Valter

Pace in famigliaTerminare un incontro sentendo un po' di inquietudine nel cuore non è necessariamente sintomo negativo. Infatti, farsi aiutare da don Flavio Luciano ad associare «Beati i costruttori di pace»,...

con le caratteristiche della santità “Audacia e fervore” (cfr. Gaudete et exsultate) ha portato il nostro gruppo a interrogarsi su come sia possibile, per ciascuno di noi oggi, costruire pace.
Lavorare perché sia garantita la dignità di ogni uomo e l’attenzione verso gli ultimi, può essere possibile se non perdiamo di vista lo stile di Gesù. Lui si è donato nell’Eucarestia non per farsi contemplare, ma perché attraverso quel pane spezzato e condiviso noi imparassimo la gratuità dell’Amore.
“La pace è un sogno che si attua di giorno in giorno, di settimana in settimana, di mese in mese, attraverso azioni concrete che modificano i nostri pensieri, logorano lentamente i vecchi muri, creano silenziosamente nuove aperture” (Beniamino Pizziol).

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

FARSI PANE

Può essere bello, ma
non è certo facile farsi pane.
Significa che non puoi più
vivere per te, ma per gli altri.
Significa che devi essere
disponibile, a tempo pieno.
Significa che devi avere
pazienza e mitezza,
come il pane
che si lascia impastare,
cuocere e spezzare...
Significa che devi coltivare
la tenerezza e la bontà,
perché così è il pane,
tenero e buono.

R. Prieto

 

Scroll Up