di Giulia

"Libertà" è la parola che più caratterizza, per me, la bellissima esperienza della settimana comunitaria. Sono stata libera di fare tutto ciò...

che mi sentivo nel cuore: pregare, riflettere, lavorare... ma soprattutto libera di aiutare. È qualcosa di estremamente magnifico porgere il proprio aiuto nella totale libertà, perché dà un significato più puro e duraturo al gesto che si compie.
Forse è proprio questa la bellezza del cristianesimo: la libertà di poter accogliere nel proprio cuore Gesù... Ed io mi sono resa conto di averlo portato dentro me ogni giorno. In questa settimana comunitaria mi sono esercitata ad accogliere Gesù nella relazione con gli altri e, poiché Dio ci ha creati tutti fratelli, ho trovato pace a interagire con tutti, anche nelle differenze. Nessuno può rimanere escluso da questa grandissima pace.
E vi parlo io, una ragazza super timida e riservata, che con l'aiuto di Gesù, concretizzato attraverso i gesti degli altri compagni, è riuscita ad aprirsi a tutti, regalando, prima di tutto a se stessa, una gioia troppo grande per poterla descrivere.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Per giovani over 18!

DOVE? Alla Sorgente,
v. L. Bertano, 19 - CN.
Tel 0171/69.94.97
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Scroll Up