Il tema che ha dato slancio creativo e ha guidato quest’anno capitolare, e che continua a essere un chiaro e forte riferimento in questa ultima tappa, è: "Tutte di Dio e del caro prossimo".

«Testimoni della gioia del Vangelo,

deboli strumenti di compassione

nelle fragilità umane».

 

L’icona evangelica, che abbiamo contemplato come uno specchio, è quella della Visitazione. L’incontro di due donne, una vergine e una sterile anziana, che la visita di Dio ha reso feconde: Maria ed Elisabetta. Dal loro cuore esplode il canto per le meraviglie operate dal Signore in loro e nei ‘piccoli’.

Consapevoli delle nostre fragilità, ci sentiamo “deboli strumenti”, avvolte dall’Amore di Dio Padre che, con noi e per noi, si curva sulle ferite umane facendosi ‘compassione’, tenerezza per ogni fratello e sorella.

Ci auguriamo che il carisma di padre Médaille, nostro Fondatore, «Che tutti siano uno», trovi spazio nel cuore di ognuno e si trasformi in grembo di Vita e di comunione.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter
Scroll Up