La Casa della Giovane nasce a Cuneo nel 1902, grazie al fervore apostolico di Mons. Andrea Fiore, vescovo della Diocesi, e promotore di molte altre Opere di carità a servizio della popolazione.
Per dare sviluppo e continuità al progetto, il Vescovo si affida alle Suore di San Giuseppe, affinché ne assumano la direzione morale ed economica.
Le stagioni si susseguono, l'Opera cresce, assume la sua fisionomia, affronta gli anni duri e critici della guerra, ma, grazie a tante persone disponibili a condividere tempo, beni materiali e dedizione, oggi è una bella Casa, accogliente, confortevole, dove si respira un'atmosfera calda, simile a quella della famiglia.
Una sua caratteristica è quella dell'internazionalità. In via Bersezio, giungono giovani provenienti da tutto il mondo, che colorano la Casa di volti a tinte diverse, creano una comunicazione interculturale per l'intreccio degli idiomi, degli usi e dei costumi, tipici proprio Paese di origine.
Nell'anno 2002 si è celebrato il primo centenario di vita della Casa della Giovane di Cuneo. Una bella tappa! In questa occasione è stato redatto e pubblicato un interessante Opuscolo, che contiene la storia e le testimonianze, arricchito, inoltre, di dati e di fotografie.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Casa della Giovane

Non camminare davanti a me,
potrei non seguirti;
non camminare dietro di me,
non saprei dove condurti;
cammina al mio fianco
e saremo sempre amici.

Mappa del Sito

ARCHIVIO

Scroll Up