di Silvia Micioni

In comunione per annunciare...Chiunque può annunciare Dio agli altri con quello che ha e con quello che è. Mi è piaciuta molto la spiegazione di un sacerdote. Diceva che nel Vangelo di Luca sta scritto "Li mandò davanti a sé".

Questo significa che Gesù sta dietro e ci invita a fare in modo che al nostro passaggio venga preannunciato lui, che si inizi a pregustarlo. Certo è difficile, ma Lui è lì dietro di noi, pronto ad aggiustare i nostri errori, a mandarci avanti nonostante a volte si ricada all'indietro.
È bello pensare che tutti possano annunciarlo. E chi meglio di una famiglia, guardando a Gesù, Giuseppe e Maria, può essere riflesso della bellezza dell'amore trinitario? Altro aspetto fondamentale del Carisma delle Suore di san Giuseppe.
Trovo, infine, che nessun altro poteva fare da sfondo a questa spiritualità come san Giuseppe. Uomo carico di tenerezza, umiltà, modestia che si è "annientato" per far spazio a Maria, a Gesù, al loro amore per, in punta di piedi, prenderne parte.
Ultimo, ma non per importanza, vorrei sottolineare come questo Carisma ricordi che ognuno di noi, seppur fragile e... piccolo, non deve sentirsi inutile. Tutti insieme, vivendo lo spirito di comunione, possiamo lavorare per testimoniare la bellezza di Cristo e dell'essere cristiani. 
Tutti insieme possiamo veramente concorrere alla realizzazione di un meraviglioso, piccolo, grande Disegno d'Amore. >>Segue da: [3] [2] [1]

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Scroll Up