di Silvia Micioni

La gioia del perdonoMi emoziona pensare alla Misericordia di Dio. Mi commuovo quando la incontro dopo momenti impegnativi della mia vita. Ho le lacrime di gioia quando dopo una confessione mi sento...

perdonata, amata, abbracciata. Il perdono di Dio è per me una cosa talmente immensa, talmente bella, talmente lontana dalla piccolezza umana, che faccio quasi fatica a crederci.
Forse sbaglio a pensare che Dio perdona come ci perdoniamo tra noi. Sbaglio a pensare che Dio non perdona, come quando non sono in grado io di perdonarmi errori piccoli o grandi. Sbaglio a sentire il suo sguardo come quello umano: sguardo giudice e senza pietà. Sbaglio a non credere che la sua mano tesa sia sempre lì pronta a farmi rialzare quando cado. Di sicuro non dice: “Ecco, te l’avevo detto, ora ti arrangi”.
Lui è con me, mi sostiene e dice: “Guai a chi tocca mia figlia!”, non perché sono “di sua proprietà”, ma perché mi ama e ci tiene a me. E, come un buon Padre, mi protegge dai pericoli, ma mi lascia scegliere, vivere, cadere, sbagliare ed è sempre lì pronto a perdonarmi e riabbracciarmi.
Che questo tempo di Quaresima sia un tempo prezioso per sperimentare il suo perdono, luce per il nostro cammino.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Scroll Up