di suor Graziella Zocchi

Le nostre sorelle dell’Argentina ci inviano spesso notizie relative alla situazione del loro Paese. Veramente grave: problemi di tasse, salari, licenziamenti, scarsa scolarizzazione,...

violenza sulle donne, discriminazioni di genere (di fronte alla cui portata i nostri scompaiono) e ora anche nuove basi militari statunitensi sul territorio.
Attualmente si parla di due nuove basi militari a Ushuaia e Misiones. Basi militari significa perdita di territorio, di sovranità sulle risorse naturali strategiche per lo sviluppo, perdita di controllo su di esse, perché coperte da immunità diplomatica, che permette di lasciare impuniti anche violazione di diritti umani.

Le motivazioni degli USA riguardano la lotta al terrorismo e la ricerca scientifica: motivazioni ingiustificabili, per gli attivisti, nella realtà dei fatti. Mentre queste basi, aggiungendosi ad altre già presenti, finirebbero per determinare un controllo assoluto sui passaggi interoceanici vitali per ogni tipo di conflitto che incombe sul mondo.
La popolazione reclama sicurezza e pace, rispetto dei propri diritti, del proprio territorio e della democrazia. Lotta per questo, pagando alti prezzi e le nostre sorelle sono al loro fianco.
Noi vogliamo sostenerle.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Dalle Missioni

Scroll Up